Ultimi Tweet:

(Fonte: taryn-lindquist, via divesting)

*63

"Non hai idea Non hai idea di quanto sia stato difficile
trovare un dono da portarti.
Nulla sembrava la cosa giusta.
Che senso ha portare oro ad una miniera
d’oro, oppure acqua all’oceano. Ogni cosa che trovavo,
era come portare spezie in Oriente.
Non ti posso donare il mio cuore e la mia
anima, perché sono già Tue.
Così, ti ho portato uno specchio. Guardati e ricordami."

Jalal Ad-Din Rumi (via dentrolatanadelbianconiglio)

(via curiositasmundi)

Mirko Modesti - Sfiorivano le viole (Rino Gaetano)
Cover in studio
Programmazione, voce, piano elettrico e chitarre: Mirko Modesti

(via leperledido)

*2

"Quante domande mi pongo? Quante domande mi plastilino? Quante mi creto? Quante mi fimo?"

Cavezzali

(Fonte: mymodernmet, via kite62)

"

Conosco delle barche
che restano nel porto per paura
che le correnti le trascinino via con troppa violenza.

Conosco delle barche che arrugginiscono in porto
per non aver mai rischiato una vela fuori.

Conosco delle barche che si dimenticano di partire
hanno paura del mare a furia di invecchiare
e le onde non le hanno mai portate altrove,
il loro viaggio è finito ancora prima di iniziare.

Conosco delle barche talmente incatenate
che hanno disimparato come liberarsi.

Conosco delle barche che restano ad ondeggiare
per essere veramente sicure di non capovolgersi.

Conosco delle barche che vanno in gruppo
ad affrontare il vento forte al di là della paura.

Conosco delle barche che si graffiano un po’
sulle rotte dell’oceano ove le porta il loro gioco.

Conosco delle barche
che non hanno mai smesso di uscire una volta ancora,
ogni giorno della loro vita
e che non hanno paura a volte di lanciarsi
fianco a fianco in avanti a rischio di affondare.

Conosco delle barche
che tornano in porto lacerate dappertutto,
ma più coraggiose e più forti.

Conosco delle barche straboccanti di sole
perché hanno condiviso anni meravigliosi.

Conosco delle barche
che tornano sempre quando hanno navigato.
Fino al loro ultimo giorno,
e sono pronte a spiegare le loro ali di giganti
perché hanno un cuore a misura di oceano.

"

Jacques Brel - Conosco delle barche (via mariofiorerosso)

(via curiositasmundi)

*3

«Avrei potuto amarti in modo più piacevole per te. Infatuarmi della tua superficie e restar là. E’ quello che tu hai voluto a lungo. Ebbene no. Io sono andato al fondo. Non ho ammirato quello che tu mostravi, che tutti potevano vedere, che stupiva il pubblico. Sono andato al di là e ho scoperto dei tesori. Un uomo che tu avessi sedotto e dominato non si godrebbe come me il tuo cuore in ogni suo recesso. Quello che provo per te non è un frutto d’estate dalla buccia liscia, che cade dal ramo al minimo soffio e sparge sull’erba il suo succo vermiglio. Ha a che fare con il tronco, con la scorza dura come una noce di cocco, o guarnita di spine come i fichi d’India. Fa male alle dita, ma contiene del latte».

- Gustave Flaubert, “Lettera a Luoise Colet”

"Ti amerò da lontano, come si fa con le stelle."

(via promettimiditornare)

(via cenerenegliocchi)

*58
maramarta:

…quel ricordo improvviso…

maramarta:

…quel ricordo improvviso…

sosuperawesome:

Freeform crochet necklaces by irregularexpressions

(Fonte: sosuperawesome, via jeffrey-lebowski)

"Vi sono buoni rimedi contro la malinconia: canto, fare musica, fare poesia, vagare senza meta."

Hermann Hesse . (via dreams-in-my-sky)

(Fonte: ricordoeccome, via fragoleamerenda)

antibig:

Amorgos, Cyclades-Greece

antibig:

Amorgos, Cyclades-Greece

(via nonlasciarmi)